Monthly Archives: June 2007

contare

  • Italiano
    Oggi faccio un post sul carattere 正 (zhèng) “dritto, corretto”, anzi su di un suo utilizzo molto interessante.
    I cinesi infatti quando devono contare una lunga serie di qualcosa utilizzano l’ordine dei tratti del carattere “正” per tenere il conto.
    All’inizio per scrivere “1″ si incominia a fare un tratto orizzontale, come in 一 (yī) “uno”.
    Poi per il “2″ si aggiunge un tratto verticale e scriverà una specie di “T”.
    Quindi si aggiunge un tratto orizzontale, scrivendo una cosa tipo 下 (xià) “sotto”; questo è il “3″.
    Ora sarà già chiaro a tutti: siccome 正 ha 5 tratti, si può usare per contare fino a 5, un po’ come si vede nei film quando i carcerati contano i giorni facendo dei segnetti sul muro.
    C’è persino un carattere Unicode che ricorda molto questo tipo di graffiti: 卌.
    Comunque, due 正 vuol dire “10″, e così via.
    Quindi, caro ospite straniero, se spiando il quaderno di appunti di un amico cinese vedi una fila di 正正正正正正正正正正, sappi non è che si stia esercitando a scrivere bene quel carattere, semplicemente sta contando qualcosa!
  • 中文
    今天我来说两句关于「正」这个汉字。 不过,我想介绍它的一个很有意思的用法。
    中国人数东西的时候经常用「正」的笔划记下分数。
    中国人要数东西的时候, 经常用「正」的笔划。
    一开始要写1,是用一个横线,就像「一」。
    之后写「2」,要在「一」下面增加一个竖, 类似「T」。
    然后再加一个横, 写一个「下」字:这是「3」的意思。
    大家已经明白了:「正」是五个笔画,可以用来数到5,就像电影里面的犯人在监狱里为数日子画在墙上的图案。
    有一个Unicode字,很像这种图案:「卌」。
    总之,两个「正」是「十」的意思,等等。
    所以敬爱的外国朋友,如果你看中国朋友的笔记本,发现一行「正正正正正正正正正正」,不要以为他在练习怎么可以把这个字写得最好。
    其实,他正在数东西!
  • English
    Today’s post is about the 正 (zhèng) “right, straight” character, or rather one interesting way to use it.
    Chinese people when counting a long list of something will use “正”‘s stroke order to keep score.
    At the beginning, for “1″ they’ll write a horizontal stroke, as in 一 (yī) “one”.
    Then for “2″ a vertical stroke is added, risulting in a sort of “T”.
    Then another horizontal stroke is added, writing something like 下 (xià) “under”; this means “3″.
    Now it’s already clear for everybody: 正 has 5 strokes, can be used to count to 5, as in movies where the convicts in prison count days scratching the cell’s walls.
    There is a Unicode cheracter very similar to that kind of graffiti: 卌.
    However, two 正 stand for “10″ and so on.
    So, dear foreign guest, if when peeking on a Chinese friend’s notebook you see a string of 正正正正正正正正正正, he’s not practising how to write that character, instead he’s simply counting something!

immortali 6

L’immortale di oggi è 韩湘子 (Hán Xiāngzǐ).
Anche lui della dinastia 唐 (Táng, 618-907); si dice che sia stato il nipote di un tale 韩愈 (Hán Yù 768-824), una figura di rilievo letterario di cui si hanno notizie storiche certe.
Hán Yù avrebbe curato l’educazione di Hán Xiāngzǐ.

Quest’ultimo aveva un carattere turbolento, ma possedeva delle abilità soprannaturali.
Si dice che una volta lo zio lo rimproverò perché conduceva una vita troppo dissoluta, ma lui rispose causando una fioritura di peonie (牡丹, mǔdan) colorate nel mezzo dell’inverno.
La cosa sarebbe si anche potuta considerare abbastanza normale per i tempi, vista l’abbondanza di fatti del genere riportata dalle “fonti storiche”, senonché sui petali delle peonie apparve un poema:

云横秦岭家何在? 雪拥蓝关马不前

Le nuvole velano i picchi del Qínlǐng, dov’è la tua casa? La neve blocca il passo di Lánguān e i cavalli non passano.

Il nostro immortale trasse un infausto auspicio dalla poesia, ma lo zio disse che non era niente di preoccupante.
Presto lo zio cadde in disgrazia con l’imperatore e fu bandito dalla corte (anche io avrei cacciato uno che ignorava un fatto del genere).
Andandosene, lo zio attraversò il passo di Qínlǐng, ma c’era talmente tanta neve che non si riusciva a passare.
Allora Hán Xiāngzǐ apparve e ripulì dalla neve il passaggio.
Disse anche allo zio che avrebbe recuperato il posto e il favore della famiglia, profezia che si rivelò esatta.
Non contento di questi prodigi, Xiāngzǐ conquistò l’immortalità cadendo da un albero di pesche, per cui assegnerei a lui il premio per la circostanza più originale per il conseguimento dell’immortalità.
Hán Xiāngzǐ viene raffigurato solitamente con un flauto traverso, un mazzo di fiori oppure una pesca.

lizard

笑话

一只壁虎在一家证券公司门口迷了路,这时正好有一条大鳄鱼远远地爬了过来,准备要一口吃掉它。
情急之下,小壁虎上前一把抱住了鳄鱼的脚,大声喊“妈妈”!
大鳄鱼一楞,立即老泪纵横:“儿啊,刚炒股半个月就瘦成这样了!

Italiano

Una lucertola si perde in una banca di investimenti.
In quella arriva un grosso coccodrillo intenzionato a farsi un boccoone della lucertola.
Questa vedendosi perduta si avvicina al coccodrillo, gli afferra una zampa ed esclama: “Mamma!”
Il coccodrillo stupefatto tra le lacrime dice:”Figlio mio, hai giocato in borsa solo due settimane e guarda come ti sei già dimagrito!”

English

A lizard gets lost in a stocks trading firm.
A big crocodile comes over and goes towards the lizard smacking his lips for the tasty snack.
The lizard out of desperation goes towards the crocodile, grabs one paw and yells: “Mama!”
The crocodile amazed cries out in tears: “Son, you have been speculating in stock for two weeks and look how you got so thin!”

carichini

中文
今天我读了一个非常有意思的消息
文章说信息产业部发布通报,14日开始所有在境内生产的手机充电器应符合标准规定。
不管是USB接口或者别的标准,关键是所有手机都要用同样的充电器!
这是为消费者好,因为解决长期困扰消费者的手机充电器不兼容的问题。
再说,现在如果我把充电器忘在家里而手机没有电,就糟糕了!
没有办法充电。
但是如果充电器都一样的话,我可以使用别人的充电器,没有问题了。
再说,换手机时也可以少花钱。
为环境也好:每次要换手机,为什么也要换充电器?
据统计在中国每年约有 30 %的人换手机,一共有很多浪费,旧的充电器要扔掉。
从另一个角度看,也很有意思:这个规定对手机厂商没有那么好:他们都想发展自己的接口所以用户买手机的时候也必须买新的充电器,不可以用旧的或别人的。
如果是在意大利,手机供应商会大发雷霆。
在中国,是政府发布通报解决这个问题。
我认为,未来的理想情况应该是所有MP3、剃须刀、数码相机、遥控器等等,所有的电子产品都可以用同一个充电器…
现在一个设备一个充电器,真是够麻烦的。
Italiano
Oggi ho letto una notizia che mi ha fatto fare i salti di gioia.
L’articolo dice che il ministero dell’Informazione cinese ha promulgato una legge secondo la quale tutti i telefoni cellulari per il mercato cinese prodotti dopo il 14 di questo mese dovranno avere il caricabatteria conforme ad uno standard uguale per tutti.
Non importa se sia USB oppure un altro tipo di presa, l’importante è che lo stesso caricabatteria andrà bene per tutti!
Questo è un bene per i consumatori, in quanto si risolve l’annoso problema dei caricabatteria non compatibili.
Ora se si esce di casa senza carichino e la batteria è scarica, la fine! Non c’è più modo di ricaricare il telefono.
Invece se tutti avessero la presa standard, potrei semplicemente farmi prestare il caricabatteria da qualcun altro.
E inoltre, si potrebbe risparmiare anche qualche soldino quando si cambia cellulare.
È una cosa utile anche per l’ambiente: infatti perchè buttare il caricabatteria vecchio quando si compera un cellulare nuovo?
Secondo le statistiche solo in Cina il 30% della gente cambia cellulare una volta all’anno, è uno spreco enorme se si pensa ai vecchi caricabatteria gettati via.
La parte più interessante è che questa legge fa un grosso dispetto ai costruttori di telefonini, che notoriamente si sono sempre adoperati per creare delle prese sempre più diverse tra loro in modo che non sia mai possibile usare un caricabatteria vecchio oppure di qualcun altro.
Certo se facessero una legge del genere in Italia, il giorno dopo i costruttori di telefonini farebbero una vera e propria guerra.
In Cina, è il governo che pensa a risolvere la questione con una legge.
Nel mio mondo ideale tutti i lettori MP3, rasoi, macchine fotografiche digitali, radiocomandi, tutti avrebbero un solo caricabatteria…
Ora come ora, un caricabatteria per ognuno di questi apparecchi è un bel fastidio.
English
Today I’ve read one really interesting piece of news.
The news is that the Chinese Ministry of Information Industriesissued the following law: all the cellular phones constructed after the 14th present month shall have the charger plug conformant to a common standard.
Guys! it does not matter if it is USB or some other kind of plug, the key issue is that one charger will be fine for all kind of phones!
This is good news for the consumers, since it solves the cranky problem of the non compatible chargers.
Nowadays, if you leave your charger at home and your phone has no battery, you’re screwed. No way you can charge your cellphone.
But if everybody had the same plug, you culd just use some other people’s!
Not only, you could also save money when you buy a new phone.
It is good to the environment too: why throw away the old charger when you buy a new phone?
The statistics show that in China only, 30% of people changes cellphone once a year, it’s an enormous waste of old chargers.
The most interesting thing is that this law is a royal pain in the neck for phone suppliers, who are always plotting in order to produce plugs of the most various shapes, so that is is practically impossible to use other people’s chargers.
Just think if the government issued such a law in Italy: the phone suplpiers would go to war.
In China, it is the government which solves the problem with a law.
In my ideal world, all the MP3 players, shavers, digital cameras, remote controls, all have one charger.
Now, having one charger for each appliance is a big hassle.

immortali 5

Il personaggio di oggi è 李铁拐 (Lǐ Tiěguǎi) “Li dalla stampella di ferro”.
Viene raffigurato con l’aspetto di un mendicante, cammina appoggiandosi ad una stampella, porta sempre un 葫芦 (húlu), una zucca che anticamente veniva essiccata e poi usata come contenitore.
La zucca è chiaramente magica e funziona un po’ come il gonnellino di Eta-beta oppure la tasca di Doraemon: dalla zucca esce qualsiasi tipo di liquore, oppure pillole miracolose, polveri medicinali o elisir fantastici.
Per questo viene considerato patrono delle arti mediche, invocato in caso di malattia.
Li TieGuai eta beta doraemon
La stampella di ferro gli fu data da Xi Wang Mu, la Madre regina dell’Occidente, dopo che gli guarì un ascesso sulla gamba (e già che c’era gli spiegò come diventare immortale).
C’e un’altra storia riguardo alla gamba: Laozi scese dal cielo per insegnare a Li come diventare immortale.
Dopo aver ottenuto l’immortalità Li fece un viaggio fino alla montagna sacra di Huashan.
Egli incaricò uno dei suoi assistenti di fare la guardia al suo corpo mentre lui non c’era, e lasciò istruzioni di bruciare il corpo se non fosse tornato entro 7 giorni.
Il sesto giorno l’assistente ricevette la notizia che la madre era in punto di morte.
A questo punto sorse un amaro dilemma: adempiere al dovere filiale oppure agli ordini del maestro?
La brillante soluzione fu la seguente: bruciare il corpo del maestro e andare dalla madre.
Immagino che quel discepolo debba aver ricevuto un bel po’ di bastonate da Li.
Il settimo giorno Li tornò a casa tutto allegro con le braccia piene di souvenir della montagna sacra, e al posto del proprio corpo trovò un bel mucchietto di cenere.
Altra soluzione geniale: Li entrò nel corpo di un mendicante (e tanti saluti anche al mendicante).
Certo che a Li non piaceva il deforme corpo del mendicante, ma Laozi gli disse di accettare il suo destino, e gli regalò anche la stampella.
Grazie tante!

salary

中文
最近我读了这个文章,觉得很有意思:http://www.forbes.com/opinions/2007/05/24/china-glass-ceiling-oped-cx_sr_0524rein.html
文章很多地方写得很合理,但是某些地方很可笑,比如:

No. 1 impediment to growth in China is finding the talent they need to scale their businesses.

「对于中国的发展来说,最大的问题是找到能够胜任的工作人员。」
啊!好聪明! 记者为发明这个复杂的问题肯定学了好多年。
给我留下深刻印象的还有:

The lack of white collar workers has created a mercenary class of executives who bounce from job to job seeking wage increases of even just several hundred dollars a year.

「因为白领工人的稀缺,很多唯利是图的中层管理人员为了只有几百块美元的年薪的增长,不断跳槽。」
按照记者的观点,好像一般的人都应该为施舍而工作。其实,几百块美元并不是零钱。
还有:

Overseas training is one of the most prized benefits that Chinese employees mention.

「中国人最想得到的福利是海外培训。」
真是太感谢你啦!在意大利也一样! 我想世界上谁不喜欢免费的国外度假?
最后,记者的结论是:

Money is important, but Chinese employees are motivated to work hard and stay with a company not only by a larger paycheck but also by working in corporate cultures that make them feel they are part of a company that supports their career growth.

「月薪真的很重要,但中国人一般都愿意努力工作。不跳槽的原因不仅是钱,还有公司的文化,公司支持个人成长的感觉。」
我不需要读这本杂志就可以知道这个显而易见的现象!

Italiano
Recentemente ho letto un articolo molto significativo: http://www.forbes.com/opinions/2007/05/24/china-glass-ceiling-oped-cx_sr_0524rein.html.
Nell’articolo sono esposti molti concetti validi, però ce ne sono anche alcuni veramente ridicoli, per esempio:

No. 1 impediment to growth in China is finding the talent they need to scale their businesses.

“L’ostacolo maggiore allo sviluppo in Cina è la difficoltà di trovare talenti adeguati per l’espansione del business.”
Ma che arguzia! Quanto avrà studiato l’autore per arrivare a conclusioni così eclatanti? Sono impressionato, e ce n’è ancora:

The lack of white collar workers has created a mercenary class of executives who bounce from job to job seeking wage increases of even just several hundred dollars a year.

“La mancanza di colletti bianchi ha creato una classe di manager di medio livello mercenari che saltano da un posto di lavoro all’altro per aumenti retributivi anche solo di qualche centinaio di sollari all’anno.”
Quindi secondo l’opinione dell’autore, sembra che invece normalmente i dipendenti lavorino per beneficienza.
Comunque, centinaia di dollari all’anno non sono mica spiccioli.
E ancora:

Overseas training is one of the most prized benefits that Chinese employees mention.

“I periodi di training all’estero sono una delle forme di benefit più gradite agli impiegati cinesi.”
Grazie tante, vale anche in Italia! Vorrei proprio sapere a chi al mondo non piacerebbe una vacanza gratis all’estero!
Alla fine, la conclusione dell’autore è la seguente:

Money is important, but Chinese employees are motivated to work hard and stay with a company not only by a larger paycheck but also by working in corporate cultures that make them feel they are part of a company that supports their career growth.

“I soldi sono importanti, ma i dipendenti cinesi sono motivati a lavorare di più ed essere fedeli all’azienda non solo dalla busta paga, ma anche da una cultura aziendale che gli faccia sentire parte di una ditta che favorisce la loro crescita professionale.”
Beh non ho mica bisogno di leggere una rivista importante come “forbes” per accorgermi di una cosa del genere!

English
Recently I’ve been through an interesting read:http://www.forbes.com/opinions/2007/05/24/china-glass-ceiling-oped-cx_sr_0524rein.html.
There are many interesting points, but some are laughable, as this one:

No. 1 impediment to growth in China is finding the talent they need to scale their businesses.

How brilliant! I wonder how many years of study the author needed to reach such astounding conclusions. I’m impressed, but there’s more:

The lack of white collar workers has created a mercenary class of executives who bounce from job to job seeking wage increases of even just several hundred dollars a year.

So, according to the author’s opinion, people should work for charity only.
And excuse me, “several hundred dollars a year” is not pocket money under my roof.
More to come:

Overseas training is one of the most prized benefits that Chinese employees mention.

Thank you very much, in Italy is just the same! I’d like to know who in the world would say “no thanks” to a nice paid vacation abroad!
In the end, the conclusion is:

Money is important, but Chinese employees are motivated to work hard and stay with a company not only by a larger paycheck but also by working in corporate cultures that make them feel they are part of a company that supports their career growth.

Well, I don’t need Forbes to understand this!