Monthly Archives: November 2005

stereotipi 6

Quinta puntata degli stereotipi.
Ricordo che si tratta di un documento scritto da cinesi, che elenca degli stereotipi sulla Cina diffusi tra gli stranieri.
Link alle puntate precedenti: 1, 2, 3, 4, 5.

    • 中文: 去网吧上网要出示身份证。
    • 拼音: qù wǎngba shàngwǎng yào chūshì shēnfēnzhèng。
    • Italiano: Per navigare su internet negli internet bar bisogna presentare la carta d’identità.
    • English: To surf the net in internet bars you have to pull out your ID card.

    Il 身份证 è il documento principale di identità, che accompagna ogni cinese per tutta la vita.
    Spesso bisogna lasciare veramente un documento e anche una cauzione, ma penso sia solo una forma di cautela da parte del gestore.

    • 中文: 黄色刊物属于非法,但性用品商店到处都是。
    • 拼音: huángsè kānwù shǔyú fēifǎ , dàn xìng yòngpǐn shāngdiàn dàochù doū shì 。
    • Italiano: Le riviste pornografiche sono illegali, ma dovunque è posibile trovare sex shop.
    • English: Porn magazines are illegal, but sex shops are everywhere.

    Seee… non siamo mica in Giappone!

    • 中文: 摩托车的行驶证(牌照)价格比摩托车本身高上好几倍。
    • 拼音: mótuōchē de xíngshǐ zhèng ( páizhào ) jiàgé bǐ mótuōchē běnshēn Gāo shàng hǎojǐ bèi 。
    • Italiano: La targa della motocicletta costa varie volte più della motocicletta stessa.
    • English: License plates for motorcycles cost many times the motorcycle itself.

    beh questa mi puzza parecchio, però avevo sentito che per avere una moto bisogna chiedere il permesso, e una delle condizioni era che la propria abitazione stesse a più di una certa distanza dal posto di lavoro.

    • 中文: 在国外能够浏览的互联网内容在该国可能就无法浏览——(不是你的电脑故障)
    • 拼音: zài guówài nénggoù liúlǎn de hùliánwǎng nèiróng zài gāiguó kěnéng jiù wúfǎ liúlǎn ——( bù shì nǐ de diànnǎo gùzhàng )
    • Italiano: Dalla Cina non c’è modo di vedere certi siti internet visibili dall’estero. — (non è il tuo computer che è rotto)
    • English: From inside China there is no way to see some internet sites — (your computer isn’t broken)

    è la santa verità! Chi c’è stato lo sa benissimo.
    Altrimenti, provare per credere, cercando “great firewall” sul proprio motore di ricerca preferito.

mama

Il protagonista di oggi è “まま”.
Il significato letterale è “così com’è, immutato, indisturbato, rimanere”
Si usa per descrivere una situazione che rimane così com’è e non cambia.
Ci sono varie costruzioni; una è la seguente:

V Inf. (al passato) + まま

Per esempio, dopo una notte brava:

  1. わたしは衣服を着けたまま寝てしまった
  2. わたしはいふくをつけたままねてしまった
  3. Sono andato a dormire vestito

Altra costruzione:

i) Aggettivo (い) + まま
ii) Aggettivo (な) + まま
iii) Nome + まま

Per esempio, per difendersi da accuse di ubriachezza è possibile usare la costruzione (iii):

  1. この酒は昨日のまま
  2. このさけはきのうのまま
  3. Questo sake è come era ieri

E per finire, una poetica frase presa da un blog:

子供の頃、世界はとても大きかった
大人になった今、その世界は小さいと感じた
でも結局、何も変わっていないかもしれない
大きい世界は大きいまま
When I was a child, I felt the world was so big
Just now, when I grew up, I feel the world is small
Though, after all, nothing may not change at all
The world which I felt big is still so
  • 子供 (こども): bambino
  • 頃 (ころ): intervallo di tempo
  • 世界 (せかい): mondo
  • 大人 (おとな): adulto
  • 感 (かんじる): sentire, percepire
  • 結局 (けっきょく): dopo tutto

terminologia buddhista

Qualche osservazione sulla terminologia buddhista.
Le due grandi suddivisioni del Buddhismo sono:

  1. 小乘 (xiǎoshèng) Hīnayāna, il “piccolo veicolo” (small vehicle, anche “liberated vehicle”); in giapponese 小乘仏教 (しょうじょうぶっきょう); il buddismo originario dell’India, tipico delle scuole più antiche, che sopravvive soprattutto nello Sri Lanka, definito anche – in maniera per lo più inesatta – theravada («tradizione degli antichi»). E’ l’unica delle 18 scuole antiche sopravvissuta fino ai nostri giorni, ed è caratterizzata dall’attenzione alla liberazione del singolo.
  2. 大乘 (dàshèng) Mahāyāna, il “grande veicolo” (great vehicle), in giapponese: 大乗仏教 (だいじょうぶっきょう) . La caratteristica principale è la ricerca dell’eliminazione della sofferenza di tutti gli esseri, da cui il riferimento al “grande”.

Il carattere 乘 è usato per tradurre il sanscrito “Yāna” che significa “mezzo di trasporto”.
La scuola Mahāyāna ha originato molte altre varianti, tra cui:

  • Vajrayāna (veicolo» o «via» della folgore adamantina, o del diamante), in cinese 金刚乘 (jīngāngchéng), cioè il buddismo che arriva in Tibet dall’India e lì si fonde con elementi pre-buddisti precedenti di tipo sciamanico.
  • Yogācāra (pratica dello Yoga)
  • Chan, risultante dalla fusione tra Taoismo e Buddhismo, fondato dal monaco Bodhidharma, 达摩 (Dámó) in cinese, 達磨 (だるま) in giapponese, nel monastero di Shaolin (sì, proprio quello!). La dottrina si diffuse poi in Giappone sotto il nome di 禅 (ぜん), in occidente conosciuto come Zen
  • 净土佛教 (jìngtǔ fójiào), il buddhismo “Pure Land” che è la variante più praticata in Cina

Approfondimenti: 1 e 2, ma ce ne sono infiniti altri.
Update:
1) Il carattere per “Zen” è 禅, e in cinese si legge chán.
2) Grazie ad Adriano per il suo commento, di cui riporto la parte più saliente:

il buddhismo Hīnayāna è comunque largamente diffuso, oltre che nello Sri Lanka, in buona parte del sud-est asiatico, ed in prevalenza nei paesi come Cambogia, Thailandia, Laos, Myanmmar.

Haerbin

Oggi purtroppo abbiamo una grave notizia da xinhuanet: riguarda la catastrofe ecologica che ha colpito la provincia dello 黑龙江 (hēilóngjiāng).

  1. 中文: 11月13日,中石油吉化公司双苯厂车间发生爆炸后,据环保部门预测,松花江哈尔滨城区段水体近期有可能受到上游来水污染。
    为确保市内用水安全,自11月22日20时左右,哈尔滨市区市政供水管网临时停止供水,停水时间约为四天。
  2. 拼音:11 yuè 13rì, zhōngshíyóu jíhuà gōngsī shuāng běn chǎng chējiān fāshēng bàozhá hòu, jù huánbǎo bùmén yùcè , sōng huā jiāng hāěrbīn chéngqū duàn shuǐtī jìnqī yǒu kěnéng shòudàoshàng yóulái shuǐwūrǎn。
    wèi quèbǎo shìnèi yòng shuǐ ānquán , zì 11 yuè 22 rì 20 shí, hāěrbīnshì qū shìzhèng gōngshuǐ
    guǎn wǎng línshí tíngzhǐ gōngshuǐ , tíng shuǐ shíjiān yuēwéi sìtiān。
  3. Italiano: Dopo che il 13 Novembre si è verificata un’esplosione nell’impianto di produzione del benzene della Petrochina Jilin Petrochemical Company, stando alle previsioni dell’ente per la protezione dell’ambiente, è probabile che prossimamente il volume di acqua del fiume Songhua nella zona di Haerbin sarà contaminato.
    Per garantire la sicurezza dell’utilizzo dell’acqua, alle 20 circa del 22 Novembre, l’amministrazione municipale della città di Haerbin provocherà il blocco delle tubature di approvvigionamento idrico, il blocco durerà approssimativamente 4 giorni.

Note

  • 中石油吉化公司: abbreviazione di 中国石油吉林石化分公司 (Petrochina Jilin Petrochemical Company)
  • 双苯 benzene
  • 车间 impianto
  • 发生 verificarsi
  • 爆炸 espolsione
  • 环保 protezione dell’ambiente
  • 部门 dipartimento
  • 预测 previsione
  • 松花江 il fiume Sōnghuā
  • 哈尔滨 la città di Haerbin
  • 城区 l’area urbana
  • 近期 prossimamente
  • 污染 contaminazione
  • 确保 garantire
  • 市政 amministrazione municipale
  • 供水管网 rete di approvvigionamento idrico
  • 约 approssimativamente

1000-13

Frase numero 13 del libro dei 1000 caratteri (现代千字文)

  1. 中文: 市场上卖的妇女服装, 有红的, 蓝的, 橘黄的, 淡绿和浅粉色的, 选择穿什么颜色的反映了人的性格.
  2. 拼音: shìchǎng shàng mài de fùnǚ fúzhuāng, yǒu hóngde, lánde, júhuáng de , dàn lù hé qiǎnfěn sè de, xuǎnzé chuān shénme yánsè de fǎnyìngle rén de xìnggé.
  3. Italiano: Gli abiti venduti dalle donne al mercato sono rossi, blu, arancioni, verde pallido e rosa chiaro, il colore che ognuno sceglie di indossare riflette la propria personalità.
  4. English: The women’s wear sold on the market is of various colors: red, blue, orange, light green and light pink. The color one chooses to wear reflects one’s personality.

Note

  1. 市场 mercato
  2. 妇女 donna
  3. 橘 mandarino; si scrive anche 桔. Da non confondere con 橙子 (chéngzi), arancio
  4. 浅粉 rosa pallido; in questa frase appaiono due modi di dire “chiaro”: 浅 e 淡
  5. 选择 scegliere
  6. 穿 indossare
  7. 颜色 colore
  8. 反映 riflettere
  9. 性格 carattere (si dice anche 脾气)

saldi

Saldi; in inglese si dice “sales”, in giapponese è 特売 (とくばい).
Pare che in cinese non ci sia un termine specifico; ho cercato su testi riguardanti l’argomento e ho trovato solo 特别销售 (tèbié xiāoshòu) o al massimo 销货折扣 (xiāohuò zhékòu).
Interessante… si potrebbe fare tutto un discorso sull’evoluzione passata e futura del mercato cinese.
Una cosa carina: spesso sulla porta dei negozi ci sono una o più commesse che battono le mani per attirare l’attenzione dei passanti.
UPDATE
Grazie ad Anying abbiamo una conferma della mia profonda ignoranza:

  1. 降价销售 (jiàngjià xiāoshòu)
  2. 甩卖 (shuǎimài) occhio a non confondere 甩 con 用 oppure 电!
  3. 跳楼价 (tiàolóu jià)
  4. 5折优惠 (wǔ zhé yōuhuì)
  5. 打折 (dǎzhé), anche se ero convinto che questo significasse “sconto”

servizi

I verbi di dare/avere sono complicati? Naaahh… ci sono le espressioni per dire “fare qualcosa per qualcuno!”.

  • 私はジョンさんにネクタイを買って上げた
  • わたしはジョンさんにねくたいをかってあげた
  • Ho comperato una cravatta per John

Appena arrivato in classe:

  • 父は私にカメラを買って呉れた!
  • ちちはわたしにカメラをかってくれた!
  • Papà mi ha comperato una macchina fotografica!

Mentre il contrario sarebbe:

  • 私は父にカメラを買って貰った!
  • わたしはちちにカメラをかってもらった!
  • Ho comperato a papà una macchina fotografica!!

Un bambino in occasione della festa della mamma potrebbe chiedere al fratello:

  • 君はお母さんに何をして上げたか?
  • きみはおかーさんになにをしてあげたか?
  • Cosa hai fatto per mamma?
      Un altro esempio:
  • 華子は私に日本語を教えて呉れた
  • はなこはわたしににほんごをおしえてくれた
  • Hanako mi insegna il giapponese

Se il verbo è intransitivo si usa ために:

  • 私はジョンのために働いた
  • わたしはジョンのためにはたらいた
  • Ho lavorato per John

    E ora… gran finale… richieste!
    Arrivando dalla nonnina con un giornale in mano:

    • 読んで上げましょうか?
    • よんであげましょうか?
    • Te lo leggo?

    Uscendo dall’albergo:

    • すみません、タクシを呼んで貰いたいんですが?
    • すみません、タクシをよんでもらいたいんですが?
    • Mi scusi, poterbbe chiamarmi un taxi?

    Oppure, più sbrigativo:

    • タクシを呼んで呉れませんか?
    • タクシをよんでくれませんか?
    • Mi chiama un taxi?
  • Contatori: 只

    Riprendiamo oggi le pubblicazioni con il signor 只 (zhī), che solitamente significa “solo”, ma come 量词 indica:
    (attenzione attenzione, hi hi…)

    1. Uno di un paio: misura individuale per una di due cose dello stesso tipo solitamente usate insieme. Per esempio, “un guanto” si dice “一只手套 (yī zhī shǒutào)”; “un piede”, “一只脚 (yī zhī jiǎo)”; “un orecchino”, “一只耳环 (yī zhī ěrhuán)”
    2. Misura per certi animali o insetti, per esempio: “una rana” = 一只青蛙 (yī zhī qīngwā). “un gatto”, 一只猫 (yī zhī māo). “una scimmia”, “一只猴子 (yī zhī hóuzi)”, “una mosca”, “一只苍蝇 (yī zhī acn̄gying)”
    3. Misura per cesti, scatole: “una scatola”, “一只箱子 (yī zhī xiāngzi)”
    4. Barche. Ebbene sì, anche le barche: una barca, “一只小船 (yī zhī xiǎochuán)”

    Per evitare che i miei pure attenti lettori si facciano trarre in inganno, facciamo un distinguo: il contatore per animali grossi è 头 (tóu): 一头牛 (yī tóu niú) è “Un manzo”.
    Stesso dicasi per le barche grosse, che dispongono di un loro contatore, casomai qualcuno si confonda tra una barca piccola e una grossa: è 艘 (sōu): 一艘油船 (yī sōu yóuchuán) è “Una petroliera”.
    E ora che i viaggi spaziali vanno di moda, è diventato anche il contatore per le astronavi: 一艘太空飞船 (yī sōu tàikōng fēichuán)
    Vi ho depressi abbastanza?

    textiles

    Uno snippet da chinabroadcast.
    Qui c’è l’audio.

    1. 中文: 按说,这是一个很好回答的问题。
      但在美欧那里,政治决策往往是内部不同利益集团相互博弈的结果。
    2. 拼音:àn shuō, zhè shì yī gè hěn hǎo huí dá de wèn ti.
      dàn zài měi ōu nǎ lǐ, zhèng zhì jué cè wǎng wǎng shì nèi bù bú tóng lì yì jí tuán xiāng hù bó yì de jié guǒ.
    3. Italiano: Questo è un problema a cui solitamente sarebbe facile rispondere.
      Ma in America ed Europa, le decisioni politiche spesso il risultato di partite di scacchi interne tra gruppi dagli interessi discordanti.

    Note

    • 按说 solitamente
    • 美欧 America ed Europa
    • 决策 decisioni sulla condotta
    • 往往 di frequente
    • 内部 interno
    • 利益 interessi
    • 集团 gruppo
    • 相互 reciproco
    • 博弈 chess game
    • 结果

    Oggi come oggi, sembra che le importazioni di tessili cinesi non facciano più notizia.
    Evidentemente i giornalisti italiani da bravi zombi sono andati ad infestare qualche altro argomento, tipo Lapo e compagnia.
    Ci sarebbero ancora molti argomenti di discussione, per esempio il fatto che già da 10 anni si sapeva che i dazi dovevano cadere, oppure considerazioni sulla qualità dei prodotti cinesi, oppure i ricarichi del 250% fatti dai commercianti italiani.