HSK

Dei begli eserciziotti dell’HSK.

  1. 爸爸说弟弟 [ A ] 去 [ B ] 游泳池 [ C ] 练习游泳 [ D ],床上是学不会的。[应该]
  2. 世界上许多国家的国徽图案不仅设计得精美 [ A ] 奇特, [ B ] 写有 [ C ] 意义深刻、 [ D ] 给人启发的格言 [而且]
  3. 30多 [ A ] 岁 [ B ] 的人了,性格变 [ C ] 不了 [ D ] 。 [了]
  4. 既然雨 [ A ] 下得这么大,那 [ B ] 咱们 [ C ] 改天, [ D ]再见面吧。 [就]

Vocaboli:

  • 游泳池 (yóuyǒngchí): piscina
  • 练习 (liànxí): pratica, far pratica, esercitarsi
  • 床上 (chuángshàng): a letto
  • 世界上 (shìjiè shàng): al mondo
  • 国徽 (guóhuī): simbolo di una nazione
  • 图案 (tú’àn): disegno, modello
  • 不仅 (bùjǐn): non solo
  • 设计 (shèjì): disegno, piano
  • 精美 (jīngměi): squisito, elegante
  • 奇特 (qítè): peculiare
  • 意义 (yìyì): giustizia
  • 深刻 (shēnkè): profondo
  • 启发 (qǐfā): illuminare, stimolare
  • 格言 (géyán): motto, massima
  • 性格 (xìnggé): natura, carattere, disposizione, temperamento
  • 既然 (jìrán): adesso che, siccome
  • 改天 (gǎitiān): qualche giorno
  • Risposte:

    1. A
    2. B
    3. D
    4. C

Pu Yi

Parlando di cinesi famosi non ci si può esimere dal citare l’ultimo imperatore, 末代皇帝 (mòdài huángdì).
Il suo nome era 溥儀 (Pǔ Yí) “Pu Yi” (1906 – 1967), l’ultimo erede della 清朝 (Qīngcháo) “dinastia Qing”. Fu incoronato imperatore nel 1908 e regnò (teoricamente, perché al momento dell’incoronazione aveva 2 anni) fino al 1912; poi fu imperatore non regnante fino al 1924.
Più tardi, tra il 1934 e il 1945, fu proclamato imperatore Kangde (康德皇帝, kāngdé huángdì) del Manchukuo 满洲国 (Mǎnzhōuguó), lo stato fantoccio voluto dai giapponesi nel 1932 dopo avere invaso la Manciuria.
Aveva un fratello minore: Pu Xuezhai 溥雪齋 (Pǔ Xuězhāi); ebbe cinque tra mogli e concubine, tra cui le più importanti furono Wan Rong 婉容 (Wǎn Róng), con il titolo di imperatrice, e Li Shu Xian 李淑賢 (Lǐ Shūxián).
Wan Rong nacque nel 1906, divenne tossicodipendente da oppio e morì in prigione nel 1946.
Chi non ha visto il film di Bertolucci del 1987? Per la cronaca, il personaggio inglese che faceva da maestro a Pu Yi si chiamava Reginald Johnston, e fu l’unico straniero ad essere mai ammesso alla corte privata dell’imperatore.
Pu Yi morì nel 1967, il suo corpo venne cremato e le sue ceneri vennero poste a Pechino nel cimitero 八宝山革命公墓 (bābǎoshān gémìng gōngmù). Ironia della sorte, prima della rivoluzione il mausoleo era un cimitero per concubine e eunuchi imperiali.

Rich

Pare che nell’olimpo delle persone più ricche della Cina abbia fatto il suo ingresso una nuova dea: si tratta di 张茵 (Zhāng Yīn), originaria dello 黑龙江 (Hēilóng Jiāng), 49 anni.
È balzata in cima alla classifica dopo la quotazione in borsa della sua ditta, la Nine Dragons Paper Industries Co.

张茵1985年前往香港创业,因废纸回收挖到第一桶金,其后前往美国创办了目前世界最大的纸原料公司中南控股.90年代中期,张茵在东莞创办了玖龙纸业,并在今年3月成功赴港上市。

Testuali parole da hurun:

Zhang Yin stabilì le basi della sua industria a Hong Kong nel 1985, con il ricavare un secchio d’oro riciclando carta straccia; Dopodiché stabilì Zhong Nan, la più grossa industria mai vista al mondo per il riciclaggio di carta straccia. Negli anni ’90, Zhang Yin fondò a Dong Wan la Nine Dragons, che a Marzo ha portato con successo alla quotazione alla borsa di Hong Kong.

Beh non proprio testuali, ma il succo è quello. Complimentoni vivissimi.
La signora è più ricca di Oprah Winfrey, a capo di un impero mediatico in America, e di JK Rowling, la mamma di Harry Potter.
Pare che alla notizia del successo della signora Zhang, Oprah si sia mangiata un cappello come Rockerduck, mentre la Rowning ha reagito chiudendosi in una stanza dove ha scritto di getto 16 libri di Harry Potter, arrivando a “Harry Potter contro l’incontinenza senile”.

giada

La giada (玉 yù) è strettamente legata alla cultura cinese, fatto confermato da ritrovamenti archeologici che risalgono a 5000 anni fa.
Sin dai tempi più antichi la giada è stata sinonimo di bellezza, perfezione, virtù, senza dimenticare il suo elevato valore commerciale.
In effetti esistono due tipi di giada: nefrite, anche chiamata “giada morbida”, e giadeite, oppure “giada dura”.
I cinesi dell’antichità conoscevano solo la giada morbida, fino a quando quella dura fu importata durante la dinastia Qing (1271-1368).
Per questo la giada morbida è chiamata anche giada tradizionale, mentre la giada dura (giadeite) è chiamata 翡翠 (fěicuì).
La giada e le sue proprietà sono molto presenti nel linguaggio: esistono infatti un’infinità di modi di dire legati alla giada, per esempio 玉洁冰清 (yùjiébīngqīng) “puro e nobile”; poi, parlando di una donna: 如花似玉 (rúhuāsìyù) “Come fiori e giada”; 亭亭玉立 (tíngtíngyùlì) “snella e aggraziata”.
Il carattere 玉 è spesso usato nei nomi propri, compresi molti personaggi famosi e leggendari, come 玉女 (Yùnǚ), la “damigella di giada” spesso presente nelle favole con gli immortali.
A proposito di immortali, non dimentichiamo 玉皇大帝 (Yùhuáng Dàdì), l'”imperatore di giada”, la suprema divinità del Taoismo.

Lei Feng

Per la serie dei personaggi famisi cinesi, oggi parliamo di 雷锋 (Léi Fēng) “Lei Feng”, (18/12/1940 – 15/8/1962).
Questa icona della Cina comunista è talmente mitica che qualcuno dubita della sua esistenza, suggerendo che sia solo una figura inventata.
Comunque secondo la versione ufficiale Lei Feng era un orfano che venne adottato dal partito, per poi diventare un giovanissimo soldato della 中国人民解放军 (Zhōngguó Rénmín Jiěfàngjūn) “Esercito popolare di liberazione, People’s Liberation Army, PLA”.
Cresciuto con in mano i testi di Mao, visse una vita dedicata al suo prossimo, fatta di sacrifici e rispetto per gli altri. Metteva via i suoi pochi soldi per regalarli ai poveri, lavava i piedi ai suoi commilitoni dopo le marce, eccetera.
Divenne autista, una professione che ai tempi era molto ben considerata, e poi istruttore di guida; un giorno stava insegnando ad un compagno a guidare il camion, indicando la direzione per fare marcia indietro.
L’autista sbagliò manovra e fece cadere un palo del telefono, che colpì Lei Feng e ne causò la morte, all’età di soli 22 anni.
La sua vita all’insegna dell’altruismo e della modestia venne presa immediatamente ad esempio per l’educazione dei giovani, dando vita alla campagna 向雷锋同志学习 (Xiàng Léi Fēng tóngzhì xuéxí) “Impariamo dal compagno Lei Feng”.
La sua popolarità in Cina è per noi difficile da immaginare, in quanto è dovuta ad un fenomeno che da noi è sconosciuto: tutti i bambini a scuola, almeno fino a qualce anno fa, venivano cresciuti con l’immagine di Lei Feng come eroe da imitare.
Un po’ come se a scuola si studiasse Zorro o il Cavaliere Solitario e si venisse quotidianamente incitati ad essere come lui, con slogan, canzoncine e giochi da fare tutti insieme, per anni e anni.
Per dare un’idea della sua popolarità: la città dove nacque venne ribattezzata in suo nome; il 5 Marzo viene ricordato come “giorno di Lei Feng”; vengono stampate magliette con il suo nome, esistono siti dedicati a lui (tra cui questo in inglese con delle foto di manifesti), è stato fatto un videogioco su di lui, ci sono parchi, memorial hall, eccetera in tutta la Cina.

hsk

Un bell’esercizio preparatorio per l’HSK: dove va inserita la parola 毕业 (bìyè) “laurearsi”?

我和他 A 是 B 同时 C 从这个学校 D 的。

Risposta: D

Note:

“毕业” è un verbo intransitivo, per cui non si può dire “他毕业大学 “, ma si può dire soltanto “他大学毕业 “.
Il sintagma preposizionale che indica tempo o luogo comunemente si mette prima di “毕业 “, tuttavia, nel linguaggio scritto, tale sintagma si può mettere anche dopo “毕业”, come nei seguenti esempi:

  1. 李明先生毕业于 1952年
  2. 李明先生毕业于北京大学

Asino 04

È il momento di trarre la morale da questa storia:

  1. 中文: 貌似庞大的贵州驴,实际上外强中干,一点厉害的本领也没有,以致于被老虎摸清了底细,最后葬身在虎口之下。做人也要练就真本事,仅靠花哨的外表唬人,是不会长久的。到头来,吃亏的总还是自己。
  2. 拼音:màoshì pángdà de guìzhōu lü, shíjìshàng wàiqiángzhōnggān, yīdiǎn lìhai de běnlǐng yěméiyǒu, yǐzhì yú bèi lǎohǔ mō qīng liǎo dǐ xì, zuìhòu zàng shēn zài hǔ kǒu zhīxià. zuòrén yě yào liàn jiù zhēn běnshì, jǐn kào huāshao de wàibiǎo hǔ rén, shì bùhuì chángjiǔ de. dàotóu lái, chīkuī de zǒng háishì zìjǐ.
  3. Italiano: L’asio di Guizhou, dalla mole imponente, di fatto era debole nonostante dall’apparenza sembrasse forte.
    Non aveva nessuna capacità pericolosa, e alla fine quando la tigre ne scoprì la vera natura, se ne fece un boccone.
    Le persone che si comportano bene devono esercitare le capacità reali, mostrare solo le apparenze significa ingannare gli altri, è un modo di comportarsi che non può durare a lungo.
    Alla fine, gli unici a rimetterci saremmo noi stessi.

Note

  • 貌似: apparire come
  • 庞大: immenso
  • 实际上: in realtà
  • 外强中干: in apparenza forte, ma debole in realtà
  • 以致: e quindi
  • 摸清底细: arrivati alla fine
  • 葬身: essere sepolto
  • 花哨: tutto decorato, pieno di fiori
  • 唬人: ingannare
  • 到头来: alla fine
  • 吃亏: patire delle perdite

Novella 20

  1. 中文: 小瞎子故意把水喝得咕噜噜响。 再上路时小瞎子走在前头。大山的阴影在沟谷里铺开来。地势也渐渐的平缓,开阔。接近村子的时候,老瞎子喊住小瞎子,在背阴的山脚下找到一个小泉眼。
  2. 拼音: xiǎo xiāzǐ gùyì bǎ shuǐ hē dé gūlūlū xiǎng. zài shànglùshí xiǎoxiāzǐ zǒu zài qiántóu. dàshān de yīnyǐng zài gōugǔ lǐ pūkāi lái. dìshì yě jiànjiàn de píng huǎn, kāikuò. jiējìn cūnzi de shíhòu, lǎo xiā zǐ hǎnzhù xiǎo xiāzǐ, zài bèiyīn de shānjiǎo xià zhǎodào yī ge xiǎoquán yǎn.
  3. Italiano: Il giovane cieco bevve dell’acqua facendo intenzionalmente dei gran glu, glu. Al momento di riprendere la strada, il giovane si mise davanti. L’ombra della grande montagna si spargeva nella valle. Anche la forma del terreno di livellava, aprendosi. Avvicinandosi al villaggio, il vecchio urlò al giovane di stare zitto: tra le ombrose pendici della montagna aveva trovato una sorgente.
  4. English: The young one drank water, making loud gurgles on purpose. Taking the road again, he walked ahead. The shade of the great mountain was spreading on the valley. Approaching the village, the old one shouted to the other to stay silent: at the shady foot of the mountain, he found a spring.

Note

  • 小瞎子: il giovane cieco
  • 故意: intenzionalmente
  • 把: particella oggettivante
  • 水喝得: nel bere
  • 咕噜噜: glu glu
  • 响: rumore
  • 阴影: ombra
  • 沟谷: valle
  • 铺开: spargere
  • 地势: forma del terreno
  • 渐渐: gradualmente
  • 平缓: piano
  • 开阔: aprirsi
  • 喊住: urlare di smettere
  • 背阴: ombroso
  • 山脚下: sotto le pendici della montagna
  • 找到: trovare
  • 泉眼: sorgente

qipao

Oggi si parla di 旗袍 (qípáo), l’abito femminile tradizionale cinese.
Se ne possono ammirare alcuni qui: www.qi-pao.com.
Secondo il mio personale parere, il qipao è una delle creazioni più riuscite della moda di tutti i tempi, insieme al sari indiano e alle gonne a sbuffo dei telefilm di “happy days”.
Per chi volesse approfondire la storia del qipao suggerisco di andarsi a leggere la relativa pagina su wikipedia, sito di cui ancora una volta si dimostra il valore.
Da noi se ne possono ammirare esempi in molti ristoranti cinesi, in quanto l’uniforme delle cameriere è proprio uno di questi abiti.
È anche possibile acquistarne in Italia, per esempio a Milano basta fare un giro in Paolo Sarpi.
Nota linguistica: 旗 è “bandiera” e 袍 è “tunica”; il termine deriva da 旗人之袍 (qírén zhī páo), dove 旗人 sono gli “uomini della bandiera”, cioè i Manchu: quindi “La tunica dei Manchu”.

asino 03

  1. 中文: 驴终于被老虎戏弄得愤怒极了,就抬起蹄子去踢老虎。开始的时候,老虎还稍有点惊惶,不久见驴再也无计可施,终于明白了,原来驴统共也只有这么一点伎俩。
    老虎非常高兴,嘲笑驴说:“你这个没用的大家伙,原来也就这么几招本事啊!”说着就跳起来扑上去,咬断了驴的喉管,吃光了驴的肉,心满意足地离开了。
  2. 拼音: lü zhōngyú bèi lǎohǔ xìnòngděifènnù jíle, jiù táiqǐ tí zǐ qù tī lǎohǔ. kāishǐ deshíhòu, lǎohǔ huán shāo yǒudiǎn jīnghuáng, bùjiǔ jiàn lü zài yě wú jì kě shī, zhōngyú míngbai liǎo, yuánlái lü tǒng gòng yě zhǐyǒu zhème yīdiǎn jìliǎ.
    lǎohǔ fēicháng gāoxìng, cháoxiào lü shuō: “nǐ zhè ge méiyòng de dàjiā huǒ, yuánlái yě jiù zhème jǐ zhāo běnshì ā! ” shuō zhe jiù tiàoqǐ lái pū shàngqù, yǎo duàn liǎo lü de hóuguǎn, chī guāng liǎo lü de ròu, xīnmǎnyìzúdì líkāi le.
  3. Italiano: Alla fine l’asino si irritò delle continue provocazioni della tigre, allora scalciò colpendola. All’inizio la tigre si allarmò nuovamente, ma visto che l’asino non sembrava avere altre frecce al suo arco, allora capì che l’asino sin dall’inizio disponeva solo di queste limitate capacità. La tigre fu molto contenta, derise l’asino dicendo: “Tu, bestia inutile, sin dall’inizio er una nullità!”. Detto questo saltò addosso all’asino, lo buttò a terra, gli ruppe la trachea e se lo mangiò in un boccone, per poi andarsene tutta soddisfatta.

Note

  • 戏弄: prendersi gioco di
  • 愤怒: indignato, arrabbiato
  • 抬起: sollevare
  • 蹄子: zoccoli
  • 踢: calciare. E’ quello di 踢足球 (tī zúqiú) “giocare a pallone”
  • 惊惶: allarmarsi
  • 无计可施: essere arrivato alla fine delle proprie capacità: essere alla frutta
  • 统共: in tutto
  • 伎俩: trucco, manovra
  • 嘲笑: deridere
  • 家伙: cosa, oggetto
  • 本事: capacità
  • 扑: colpire
  • 咬断: rompere con i denti
  • 喉管: trachea, gola
  • 吃光: mangiarsi, mangiare completamente
  • 心满意足: perfettamente soddisfatto